Prima che tutto cambi

Luca Strano si ripropone come i peperoni in piena emergenza intestinale, questa è la cattiva notizia. La buona notizia è che stavolta sarà più inopportuno di una salsiccia durante il ramadan e più fastidioso dell’acqua in ebollizione, quando tracima dalla pentola e spegne il fornello. Non potendo prendersela con Darwin, importunerà nientepopodimeno che il creatore in carne, ossa, frattaglie e Spirito Santo, mettendo in discussione i comandamenti e i comandati. Essendo totalmente privo di risposte, formulerà a dio domande a caso col solo scopo di distruggere millenni di storia in poche sudicie pagine. Il papa, i vescovi e tutto l’ordine sacerdotale sono concordi nel considerarlo il demonio del nuovo millennio, anche se hanno riso come dannati di fronte all’ironia acuta delle sue storie. Ebbene sì, Luca Strano è un comunicatore scomunicato, pronto a cogliere la bellezza e le opportunità prima che le circostanze cambino le carte in tavola. Perché un attimo di bellezza non colto è sempre uno spreco imperdonabile.

 

Comments are closed.